Cose che contribuiranno di più a plasmare il nostro futuro.

Near Field Communication NFC la tecnologia wirelles a corto raggio del futuro.

Near Field Communication NFC la tecnologia wirelles a corto raggio del futuro.

27 Dic, 2012

Tre grossi colossi della tecnologia Philips, Sony e Nokia sono stati tra i primi a collaborato per realizzare la Near Field Communication più conosciuta con la sigla NFC. Si tratta di una tecnologia che permette di trasmettere a corto raggio (max 10 cm) tramite wireless dati in modo bidirezionale. A differenza del RFID questa tecnologia permette di comunicare in modo bidirezionale tra il tag (in seguito vedremo di cosa si tratta) e il dispositivo mobile, con uno scambio di dati tra loro.

Grazie alle sue caratteristiche e soprattutto alle dimensioni del trasmettitore e ricevitore, NFC sta sempre più prendendo piede nella telefonia mobile. Tutte le grosse case costruttrici di smartphone hanno inserito la tecnologia NFC nei loro dispositivi. Nokia è stata la prima compagnia nel 2006 a commercializzare un telefono (Nokia 6131 NFC) con NFC, Google nel 2010 con il suo Nexus S e Android. RIM la prima casa produttrice a essere certificata per i pagamenti tramite smartphone, da qualche mese ha ricevuto da Visa la certificazione per il pagamento tramite le loro carta di credito. Visa ha inoltre rilasciato la stessa certificazione per OS Android.

Campi d’utilizzo

NFC sarà utilizzato principalmente per effettuare pagamenti tramite dispositivi mobili, le maggiori compagnie telefoniche (per una volta anche l’Italia si sta muovendo in anticipo) stanno freneticamente sperimentando l’abbinamento della SIM a una carta di credito per effettuare i pagamenti con il telefono. Notizia di qualche settimana fa, Poste Mobili ha attivato i pagamenti (max 25€) tramite SIM abbinata alla Posta Pay nei loro sportelli. Visa UK a distribuito carte con tag NFC che permettono di pagare semplicemente avvicinando la carta a un terminale contactless. Sempre in Inghilterra, Samsung e Visa hanno collaborato durante il periodo olimpico disponendo agli atleti sponsorizzati dai due marchi un Samsung Galaxy S III con pre installato l’applicativo payWave sviluppato da Visa, dando a loro la possibilità d’effettuare acquisti pagando comodamente tramite tecnologia NFC.

Marie Claire UK ha recentemente pubblicato sulla sua rivista una pubblicità completamente realizzata tramite NFC, la quale offre un buono virtuale che viene caricato direttamente sullo smartphone. Soluzione semplice e innovativa per diffondere moneta virtuale a più persone in modo controllato.

Anche nel settore del vending stanno nascendo i primi sistemi di pagamento NFC, con grossi benefici per i gestori che possono incassare subito la somma di denaro e tenendo il distributore di bevande o snack (anche in zono non custodite) privo di contante.

Questi sono alcuni esempi di quello che può fare NFC, nei prossimi post vedremo come funzionano in dettaglio, dove acquistarli e le applicazioni da installare per gestirli.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *